Il Lockdown “ha ucciso due persone ogni tre che sono morte di coronavirus” al culmine dell’epidemia

uno studio inglese riportato dal Telegraph:

“Le stime mostrano che 16.000 persone sono morte per mancata assistenza medica entro il 1 ° maggio, mentre il coronavirus ha ucciso 25.000 nello stesso periodo.

Le cifre includono 6.000 persone che non  si sono presentate  al pronto soccorso al culmine della chiusura a causa del timore di contrarre il virus e della sensazione di dover rimanere a casa a causa del messaggio “Stay Home, Protect the NHS, Save Lives” .

Allo stesso modo, si pensa che 10.000 persone siano morte in case di cura a causa della dimissione anticipata dall’ospedale e dell’impossibilità di accedere alle cure critiche.

[…]

I nuovi dati – presentati a metà luglio allo Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage) del governo – sono stati calcolati dal Department of Health, dall’Office for National Statistics (ONS), dal Government Actuary’s Department e dall’Home Office.

Il documento stima inoltre che altre 26.000 persone potrebbero morire entro il prossimo mese a causa delle restrizioni sanitarie.  In totale, i ricercatori prevedono che 81.500 persone potrebbero perdere la vita nei prossimi 50 anni aspettando più a lungo per cure elettive non urgenti e l’impatto della recessione causata dalla crisi del virus.

Nei prossimi cinque anni, si prevede che moriranno anche 1.400 persone perché è stato diagnosticato un cancro troppo tardi .

[….]

Il professor Neil Mortensen, presidente del Royal College of Surgeons of England, ha avvertito che il servizio sanitario “non deve mai più essere un servizio esclusivamente per il coronavirus”.

“Dobbiamo trattare prima con i pazienti clinicamente più urgenti, e poi il prima possibile con quelli che aspettano da più tempo”, ha detto. “Il periodo fino ad agosto e settembre è di vitale importanza per compiere progressi prima che emergano le normali pressioni invernali”.

Il resto qui:

https://www.telegraph.co.uk/news/2020/08/07/lockdown-killed-two-three-died-coronavirus/

da DWN:

Corona-crisi: centinaia di belgi fanno causa a Bill Gates e al governo

Quasi inosservati dal grande pubblico, 240 membri del gruppo belga “Viruswaanzin” (“follia virale”) hanno intentato una causa contro Bill Gates, il governo del Belgio e l’epidemiologo britannico Neil Ferguson, secondo il quotidiano olandese JD Report . I belgi chiedono che tutte le restrizioni sulla corona siano revocate.

Il loro  avvocato Michael Verstraeten ha detto al quotidiano “Brussels Times” che le misure della corona violano le libertà dei cittadini e farebbero più male che bene.

“Senza un divieto, ci sarebbero stati meno morti. Non hai idea di quante persone muoiano a causa dei lockdown. Crediamo che siano necessarie altre misure. Misure che non danneggiano l’economia e non limitano i diritti e le libertà delle persone “, ha affermato Verstraeten.

Viruswaazin crede che i governi abbiano preso decisioni politiche sulla base di modelli difettosi e abbiano agito in preda al panico. Il gruppo addebita 10.000 euro a denunciante per ogni giorno in cui le misure rimangono in vigore. Gates non è né un medico  né un climatologo. Tuttavia,  essere la principale autorità mondiale  in entrambi i campi…

.https://deutsche-wirtschafts-nachrichten.de/505663/Corona-Krise-Hunderte-Belgier-verklagen-Bill-Gates-und-Regierung

A  Torino:

E s’intensifica  l’allarme Covid:

Tgcom24
@ MediasetTgcom24
Coronavirus, nelle ultime 24 ore in Italia 552 nuovi casi e tre morti

Mentre è ancora troppo basso l’allarme-monopattini:

Milano, aumentano gli incidenti su biciclette e monopattini. L’assessore: “533 feriti in 2 mesi, servono targhe e caschi obbligatori”

https://twitter.com/fattoquotidiano/status/1291769876684640258
Print Friendly, PDF & Email