LA CHIESA TEDESCA VIETA AI CATTOLICI DI VOTARE AfD

Il presidente della Conferenza episcopale germanica, cardinale Reinhard Marx, ha detto: “Si pone la questione se si possa votare lo Alternative fur Deutschland. In   tutta chiarezza: da una  prospettiva cristiana è incompatibile ‘azione politica che fomenta la xenofobia, che sottolinea in modo unilaterale gli interessi nazionali, una visione culturale nazionalista…ci dissociamo chiaramente dall’approccio populista”.

In tal modo la Chiesa tedesca (Marx dixit) conferma la sua adesione alle ideologie globaliste tipiche dell’era Bergoglio: demonizzazione del “populismo”  e dell’interesse nazionale, resistenza all’invasione di milioni di immigranti islamici bollata come  “xenofobia”.

E’ una novità assoluta: prima d’oggi, la Chiesa di Kasper, Marx e Rahner  non ha mai ufficialmente vietato di votare un partito  specifico.  Né ha mai  condannato la partecipazione del governo Merkel alle guerre  medio-orientali di Bush e Obama; in generale, il rapporto col  governo federale  è molto stretto.

Anche nel vertice che si è tenuto giovedì presso Colonia, a  Bergisch-Gladbach, i vescovi tedeschi hanno – per bocca di Marx – evocato il coinvolgimento occidentale nella guerra in Siria e le sanzioni UE  contro la Siria, in quanto hanno effetti devastanti sulla popolazione civile e ostacolano la ricostruzione.  Ma un chiaro auspicio contro la guerra, non l’hanno espresso.

(Nella foto: Frauke Petry, leader del partito Alternative fur Deutschland. Dietro di lei Albrecht Glaser, altro esponente di AfD, membro  della Unione Cristiano-Democratica , cattolico praticante, padre di quattro figli. Uno di  quei cattolici che, dice Bergoglio, “fanno figli come conigli”. In  fondo, l’economista Jorg Meuthen, co-presidente  del partito, colpevole di aver detto che “l’Islam non appartiene alla Germania”). 

6 commenti

  1. Andreaspilo

    …un cognome una garanzia…
    sostengo da sempre che il popolo Tedesco e gli europei in genere hanno smesso di esistere dal 30 Aprile 1945, quel giorno è iniziato il piano di decerebrazione du quella che fu l’Europa dei Popoli, attuato dal sionismo che ormai aveva vinto la sua guerra, con la complicità del comunismo, della ormai già infestata chiesa e di altri servi già proni ai voleri della finanza mondialista ed usuraia…

  2. Diego Grandi

    Gravissima ingerenza della Chiesa negli affari dello Stato!!! Dove siete sinistroidi, radicali, femministe, progressisti, antifassissti, ateisssti, ecumenisssti, campioni del laicismo?!? Battete un colpo!!!

  3. SpadaccinoNero

    piccola premessa : ammetto di non conoscere bene questo partito chiamato afd.

    Costoro mi sembrano molto, molto simili al nostrano 5s, ovvero, dei cerchiobottisti di stampo liberal democratico, praticamente la solita valvola di sfogo fornita dal sistema stesso ; secondo le regole della psicologia inversa, potremmo interpretare ciò che ha detto marx (sarà parente dell’altro ben più famoso levi???) come un vero e proprio spot pubblicitario.

    Saluti


  4. Il Cardinale non ha torto.A giudicare dalla foto, la leader nazionalista ha una apertura sul petto davvero eccessiva ,mentre i due colleghi maschi sono vestiti in modo molto meno disinvolto.Oggettivamente,danno un messaggio capovolto,considerando che la leader e’ l’autorita’ maggiore in quel contesto,ed essendo donna la sua autorita’ non viene compromessa dalla troppa licenza,mentre non ci aspetteremmo di certo di vedere un leader politico maschio vestito alla Pappalardo.Queste cose ormai a noi sfuggono, ma alla sensibilita’ del cardinale non sono sfuggite.E poi,a dirla tutta, probabilmente le spaccature,nella sua spiritualita’ post-Conciliare, le preferisce …

  5. Miles

    Proprio il clero odierno tiene a precisare che “Chiesa” sono non soltanto i preti e i religiosi, bensí anche i laici.
    Stando così le cose, non «La Chiesa tedesca», bensì «Il clero tedesco» «vieta ai cattolici di votare AfD».
    A partire dalla morte di Pio XII, è ufficiale nella Chiesa una morale nuova — “autenticamente evangelica” — che su molti punti si fonda non sulla Natura (della quale Dio è Autore), bensí su una concezione aberrante di Rivelazione: si tratta di una “Rivelazione” ipertrofica (e iper-clericale) che non si innesta sulla Natura, bensì su quei punti la schiaccia letteralmentei.
    Tra l’altro, i preti e i religiosi “autenticamente evangelici”:
     • non riconoscono il diritto di proprietà di un popolo sulla terra su cui è insediato (tra l’altro, si potrebbe far loro notare che aiutare stranieri effettivamente bisognosi non implica concedere loro la cittadinanza, ma da quest’orecchio non ci sentono);
     • pensano che la guerra sia eliminabile dal mondo (questa tesi che contraddice il peccato originale e che confonde la vita terrena con la vita eterna — non un “volgare” tradimento — ispirava quel clero francese che durante la guerra dei Cent’anni era schierato dalla parte del re d’Inghilterra e da quel clero fu condannata Santa Giovanna d’Arco) e per questo motivo vogliono la “Europa unita” a tutti i costi (“se ne infischiano” — si chiamino Bergoglio o si chiamino Wojtyla — se il costo è favorire l’aborto e i rapporti contro-natura: l’importante è… citare le “radici cristiane” nella costituzione europea!).

Lascia un commento