Blondet torna gratis

Come sapete già, ho terminato il mio rapporto con Effedieffe. Uno dei motivi:  sono sempre stato  personalmente  contrario a far pagare per accedere a un sito di idee e pensiero, sembrandomi che la gratuità sia la vita del web (pensate solo se tutti i siti fossero a pagamento: sarebbe l’implosione). A suo tempo ho ceduto alle simpatiche pressioni dell’amico Fabio De Fina, mio editore;  poi ho lasciato correre anche perché alla fine, durante la sua malattia,   era diventato, credo, quasi il solo cespite.   Vorrei si sapesse che per principio,   di quei soldi non ho mai voluto niente. Anche se Fabio avrebbe voluto; è sempre stato un uomo più generoso di me. I suoi grandi  inviti a cena, finché abbiamo abitato a Viterbo,  mi sono stati memorabile compenso.

Anche sulla linea  complessiva, contrariamente a quel che   alcuni possono aver creduto, non ho mai avuto il pieno controllo; e nemmeno l’ho voluto, non avendo tempo né passione per rettificare e correggere pezzi altrui.

Adesso   faccio i migliori auguri a Lorenzo De Vita che ha preso il timone, e mi ritiro in questo piccolo angolo di libertà, nell’avanzato tramonto della vita. Si chiama “Blondet & Friends” ed è proprio questo: la piccola scena su cui un tenore un po’ sfiatato si produce in qualche cantatina del tradizionale repertorio, circondato da amici – che non mi faranno mancare la loro indulgenza.

 

 

Print Friendly, PDF & Email