OCCHIONERO, OCCHIO-PIRAMIDE, OCCHIO A RAVASI. MA E’ ANCORA PRESTO.

pensieo

Mi hanno telefonato in cento: il mio parere sui fratelli spioni Occhionero, che hanno infiltrato le mail di Mario Draghi, Ravasi, Monti, massoni sciolti e a pacchetti. Cosa ne penso. Cosa volete ne pensi. E’ troppo presto   per capire i media riempiono il vuoto con fuffa e polvere negli occhi, interviste a  Genchi e altri depassés,   il consueto rumore di fondo utilissimo.

Io dico: aspettiamo. La sola cosa che sembra certa è che i due Occhionero sono: amici dell’ambasciatore  Usa a Roma. Residenti a Londra. Interni a potenti ditte finanziarie della City.  Con aiuti tecnici e politici in Usa per la loro impresa di hackeraggio.  La moglie, cittadina americana. Il fratello Occhionero, oltre che gran maestro della loggia romana, è anche introdotto nella gran

 

 

 

loggia dell’illinois.

 

LOGGIA ILLINOIS

 

“E’ stato beccato grazie alla collaborazione dell’Fbi con la polizia italiana, ma NON delle altre agenzie americane”, mi dice il noto amico di Washington: “il repulisti dell’intelligence Usa”! (voluto da Trump e dal suo quartier  generale)  “ha raggiunto l’Italia?”. Si noti il punto di domanda.   E’ troppo presto per farne a meno.

Ricordiamo solo che una parte dell’Fbi ha forzato il suo direttore, Comey, ad aprire controvoglia le indagini sulla Clinton in piena campagna elettorale (Comey poi le ha subito chiuse: lì si arrivava al Pizzagate attraverso il computer del marito sessuomane di Huma Abedin). E’ quell’ FBI che oggi apre agli  inquirenti italiani i servi dell’occhio della piramide? Sembra ragionevole.

A me personalmente interesserebbe molto vedere le liste che  ing. Occhionero  ha stilato, in ordine  alle caratteristiche dei  personaggi: “politici”,  “cardinali”,”massoni”…  Per esempio monsignor Ravasi è catalogato come massone? E Monti? E  Draghi?

Ma soprattutto Ravasi. Forse si ricorderà che pubblicò su 24 Ore, il 14 febbraio 2016, un inatteso invito ai “cari  fratelli massoni”  a cui la nuova Chiesa di Begoglio, dopo 500 condanne in due secoli, allarga le braccia  tutte misericordia.    Il papa che è stato salutato ufficialmente dal Grande  Oriente  a poche ore dalla sua elezione, come quello  sotto il quale “la Chiesa non sarebbe  più stata come prima”.  Il papa  che, quando atterra in qualche paese estero, la massoneria locale gli fa trovare manifesti di benvenuto.  Il  Papa che pochi giorni fa  ha    di nuovo  invocato   (come l’ha già fatto in Laudato Si)  “una autorità politica mondiale” nuova, “per ridurre l’inquinamento”,  munita di una banca centrale globale emettitrice di  una moneta unica, “per la salvezza dell’umanità”   e “lo sviluppo”.  Il Papa che  ha compassione per l’ambiente e nessuna per  i Francescani dell’immacolata…

Secondo una vocina interna al Vaticano, sarebbe Ravasi, in realtà, il grande promotore degli  eventi che portarono alle dimissioni di Benedetto XVI. La sua appartenenza alla lista Massoneria sarebbe di notevole significato.

Lo sapremo presto? Lo sapremo mai?

 

Print Friendly, PDF & Email

4 commenti


  1. Secondo Gioele Magaldi, ex-venerabile Gran Maestro del Grande Oriente Democratico e autore di “Massoni, società a responsabilità illimitata”, sia Monti che Draghi sarebbero degli affiliati, quest’ultimo addirittura a ben cinque logge internazionali. Sui membri della chiesa invece, a parte il ben noto papa massone Giovanni XXIII affiliato a due logge, Magaldi mantiene uno stretto riserbo.


  2. Come volete che finisca? Hanno già destituito il capo della polizia postale che ha scoperto tutto, con una motivazione risibile e degna della migliore chutzpa ebraica (ha sottovalutato i fatti…)

    Evidentemente i “dubbi” che la manovra di destituzione solleva sono infinitamente meno gravi della possibilità che il poliziotto scopra assai di più…

    Ergo, i fatti sono esplosivi, ma insabbieranno tutto. I due fratelli hanno le spalle copertissime.
    Già stasera il tg delle 20:30 dava la notizia con fare derubricante…


  3. Il dott. Blondet e quanti siano in età matura si ricorderanno senz’altro i fratelli Savi, “quelli della uno bianca”.
    E se così dovrebbero ricordarsi anche quale fosse il presunto contesto in cui operarono gli omicidi.
    Ora vediamo tratti in arresto manager laureati al posto di poliziotti Vediamo scoperti sofisticati server al posto di un arsenale di armi.
    Ma la cornice operativa rimane sempre straordinariamente simile a se stessa. Come la Coca Cola essa è un marchio di fabbrica che travalica le generazioni.


  4. Credo che lo “scandalo OCI CIORNIE leggasi OCCHIONERO”, montato un po’ a “caxxo di cane” sia semplicemente la programmata bordata finale lanciata dalle sovranazionali Ur-Lodge alle caserecce loggette italiote che non contano piu’ una mazza. Nelle Ur-Lodge troviamo molti autorevoli nostrani “impagliati” che sono stati al Governo o anche alla Presidenza della Repubblica. Spiace per il capo-capro espiatorio della Polizia Postale, estromesso come lo fu il colonnello Rapetto dalla GdF o eliminato come lo fu civilmente Bruno Contrada; tutti eccezionali investigatori, a dispetto di tutte le asservite “intelligence” italiote. Non dimenticate, poi, che l’amichetto di Matteo, Carrai, e’ in pole position per rastrellare tutto il settore della cyber security nazionale! Onestamente, ci hanno scassato i cabbasisi con tutti ‘sti stupidi giochetti

Lascia un commento