Grillo, ancora uno sforzo per somigliare a Kim

Fatti tagliere i capelli  come lui, che è più  fresco.

 

 

Gli chieda il barbiere
Gli chieda il barbiere

 

Gli chieda il barbiere

 

Prima fa l’euroscettico, adesso fa  l’europeista.  Ha cambiato idea: prima stava con Le Pen e Farage, oggi vuole stare con  Verhofstadt, che è il Bilderberg, l’europeismo, anzi il mondialismo oligarchico.   Perché, non si sa. Con chi si è consultato? Con Cacaleggino? Con il suo povero se stesso?  Con l’ambasciata?  Va bene. Ma è  nord-coreano  lo stile:   ha fatto  approvare,  anzi acclamare   la sua  ultima pensata  dalla “democrazia” della  Rete, da 44mila suoi adepti  gli hanno detto sì.   Sì capo! Comanda e noi obbediamo. Naturalmente bisogna credere sulla parola sua che la Rete ha approvato la sua pensata: chi dubita è un nemico del Movimento, va processato in piazza.  Il grande stratega s’è fatto persino dire di no dall’Alde, in cui voleva entrare: “Troppe differenze”, ha detto il bilderbergeriano. E’ la voce del buon senso.  Oltre la Casaleggio Associati,  infatti c’è la realtà.

Che genio.

grillo

Per  fortuna   per ora fa il nord-coreano  solo nel suo piccolo impero digitale. Se davvero andasse al governo, sarebbe un Pol Pot. Il guaio è che abbia tanti voti.

Print Friendly, PDF & Email

2 commenti


  1. Errare è umano, perseverare è troppo. Noi sbagliamo si spera di trovare un genio poi se ci accorgiamo che siamo nella palude ne usciamo subito, Mi dispiace ,non so con chi Beppino si consulta, l’oracolo di Delfi era più sicuro…….oramai di sicuro c’è solo la morte

Lascia un commento